• Programmi

    TVL e SPORTVL

Resistenti


RESISTENTI è la trasmissione che ci porta a conoscere chi crea lavoro ed opportunità nell piccole località della regione Toscana con l'impegno di tanti giovani nel mantenere vive le proprie radici. A cura di Simone Gai, con la regia di Andrea Palumbo e il supporto tecnico di Giovanni Bardelli, "Resistenti" è realizzata grazie al contributo della Regione Toscana.


Obiettivi:

Il format “resistenti” è nato con un obiettivo ben chiaro, quello di raccontare un’altra Toscana, lontana da quella turistica che tutto il mondo ci invidia. Dietro a questa cartolina c’è una terra bellissima tutta da scoprire, come da scoprire sono anche le comunità che la compongono, il nostro format ha voluto dare voce proprio a queste persone.


Ogni puntata è stata trattata come una sorta di “viaggio dell’eroe” durante il quale ogni comunità è riuscita a realizzare il proprio progetto, riuscendo a vincere una piccola battaglia contro lo spopolamento che lentamente sta facendo morire queste stupende terre.

Il racconto che ogni persona ha effettuato di fronte alla telecamera è una testimonianza di come le radici legano l’essere umano alla propria terra e di come una comunità ben strutturata può essere una ricchezza non solo per il territorio, ma anche per istituzioni come la regione stessa.

L’obiettivo raggiunto più importante, però è stato quello di raccontare un movimento che viene da basso, un incontro funzionante e funzionale tra cittadini ed istituzioni che troppo spesso hanno distanze incolmabili tra di loro.

Nelle 12 puntate sono state raccolti i progetti delle cooperative di comunità realizzati grazie agli interventi della Giunta regionale.


Risultati raggiunti:

Gli obbiettivi previsti per resistenti sono stati ampiamente raggiunti. Il format in questione ha dato la possibilità di raccontare in maniera approfondita i progetti delle piccole comunità della nostra regione, riuscendo così a dare una voce a persone e luoghi che troppo spesso rimangono all'ombra. Nel nostro viaggio abbiamo incontrato persone di ogni fascia di età, realizzando così un format trasversale, che anche grazie alla presenza sui social network ci ha permesso di sperimentare diverse piattaforme.

Altro elemento fondamentale raggiunto è stato l'elevato livello qualitativo della produzione, sia a livello tecnico, che a livello narrativo che ci ha dato modo di utilizzare un linguaggio inusuale per l'emittenza locale, che solitamente si basa su un racconto esclusivamente di tipo infomativo. Grazie a "resistenti" siamo riusciti ad entrare nel cuore dei vari progetti, rendendo il lavoro della Giunta non solo un freddo contributo, ma una storia da raccontare.

L'obiettivo raggiunto è anche numerico, infatti i nostri dati di ascolto parlano di una media di circa 20.000 telespettatori a puntata.