• A Pistoia bene l'export del florovivaismo


    il 21/05/2018 alle 08:58 - Diffusi i dati di Intesa San Paolo sui distretti produttivi

    Il florovivaismo pistoiese spicca per risultati ottenuti sul fronte delle esportazioni nel corso del 2017 tra i distretti toscani della filiera agroalimentare.

    Nel periodico rapporto stilato dalla direzione studi e ricerche di Intesa San Paolo per la Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, il florovivaismo locale risulta in crescita dell’8,1% rispetto al 2016 con introiti aumentati per quasi 18 milioni di euro.

    Mantiene invece il livello del 2016 il distretto quarratino del mobile, il cui risultato finale segna un calo dello 0,8% ma che è riuscito a compensare le perdiete registrate nei mercati emergenti con un incremento dell’export nei mercati maturi.

    Il rapporto sottolinea poi la sostanziale stabilità delle esportazioni per le calzature di Lamporecchio.

    Complessivamente i distretti produttivi della Toscana hanno segnato un aumento di oltre un miliardo nel valore delle esportazioni, con performance superiori alla media dei distretti nazionali.

     

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, clicca su "consento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies consulta la nostra Informativa Cookies. OK